Il post-live blogging

15 04 2008

E’ raro che scriva post con stile autoreferenziale e/o riferibili ad argomenti che non siano di dominio più pubblico ma oggi voglio ringraziare coloro che sono intervenuti durante la prima esperienza di live blogging in questo spazio, a dispetto dell’archivio attivo da poco tempo. Anche se un po’ faticoso è stato interessante seguire quanto possibile costantemente il flusso d’informazione sulla giornata elettorale, reso più gradevole dall’attenzione di bloggers amici e visitatori occasionali.

Oggi c’è un po’ di stanchezza post-elezioni e post-live blogging, per cui non vi sono aggiornamenti come ci si poteva attendere. Lo spazio naturalmente resta aperto ad eventuali nuovi contributi in merito anche al post precedente, in attesa dei prossimi scritti.

Ringrazio in particolare coloro che hanno contribuito alla diffusione di questa spazio pubblico più condiviso nella giornata di ieri, anche attraverso i loro post, (da continuare a seguire) come d.l. di “Decidiamo insieme”, Vittorio Zambardino di “Netmonitor di Repubblica”, quelli di “Pangea Blu” tutti e tre presenti nel mio blogroll, più qualche altro blogger sparso in rete.

 

Non a volervi tediare ma per pura precisione, faccio alcune specifiche all’indirizzo di tutti i passanti.  

Il nome del blog è “Blogue Pol”. C’è uno spazio tra le due parole. Su Repubblica, Zambardino non l’ha riportato correttamente, presumibilmente causa fretta e momenti di concitazione, ed è stato così ripreso in maniera errata anche da altri che non erano a conoscenza di questo blog.

 

Mi firmo come “Fab-Blogue Pol” per mettere in evidenza tra i commenti quelli che sono apposti dal sottoscritto, amministratore del blog. Naturalmente Fab è un diminutivo del mio nome, per ora mi sembra più easy il suo utilizzo rispetto al nome completo. Il mio nome non è importante, tengo di più al nome del blog.

 

Approfitto di questo post e della recente nascita di questo blog per ricordare che, per comunicazioni di servizio e messaggi dallo stile più personale, che pure sono graditi ma che non toccano alcun punto del contenuto dei post di tipo argomentativo-politico, è preferibile e consigliato, come sta avvenendo, utilizzare la pagina con il modulo di contatto, (o altri futuri mezzi) ben visibile nella barra di navigazione in alto e molto facile e diretto nell’uso, con un form testuale. So che potrei sembrare pedante, ma la mia esperienza in rete mi dice che i blog rischiano di diventare delle chat e io amo invece la comunicazione ben incanalata, non me ne vogliate.

 

Grazie!





Elezioni live blogging-Blogue Pol

14 04 2008


20.50 il risultato è ormai chiaro. Mi stacco dal pc per seguire i programmi televisivi di approfondimento. 

19:37 Affluenza al Senato, definitivo all’80,51%, contro l’83,56% delle precedenti elezioni.

Conseguenze politiche. Boselli ha annunciato che lascerà la guida del Partito Socialista. E ha attaccato Veltroni: “Ha spalancato le porte del governo a Berlusconi e gli ha consegnato il Paese per 10 anni”. Boselli, commentando i risultati delle elezioni, sottolinea che siamo di fronte “alla più grande sconfitta dal ‘48 ad oggi”. Il triste destino dei piccoli..il primo salta; cosa dirà/farà Bertinotti?

19.28 Dato definitivo sull’affluenza alle votazioni per il rinnovo della Camera rilevata alla chiusura dei seggi, oggi alle h.15: è dell’80,45%, contro l’83,61% delle precedenti elezioni.

19.22 affluenza a Napoli al 75%, dato parziale Pdl 50,74%, Pd 34,8%. Non ci sarebbero seggi né per l’Udc né per SA. C’è una differenza notevole tra riempire P.za del Plebiscito e le urne. Per quanto riguarda la SA, in Campania è al 2,8%, se scende ancora le piglia dalla Santanché. I dati campani e napoletani vanno a rilento..non leggo aggiornamenti per ora 

19.16 il dato quasi definitivo sull’affluenza alle urne, per bocca di Amato, è del 80,4%. E’ più sottile di circa 3,5 punti percentuali rispetto al 2006 

19.06 I commentatori in tv si concentrano sulla débacle della Sinistra Arcobaleno, che rischia fortemente di non avere rappresentanti in Parlamento, non solo al Senato. Secondo i dati finora noti non otterrebbe seggi neppure in Emilia-Romagna. (!)  La sconfitta di SA non è da addossare tout court alla campagna contro, soprattutto degli ultimi giorni, da parte del Pd ma alla mancanza d’impegno e di efficacia comunicativa nella loro campagna elettorale, non orientata alla conquista di elettori (le campagne elettorali si fanno per questo) ma solo debolmente diretta ai militanti.

18.46 Camera da Ipsos, copertura 41%. Pdl 46,4%, Pd 38%. Non ci sono novità tendenziali

18.04 prima proiezione Ipsos di Pagnoncelli alla Camera: Pdl 46,5%, Pd 37,7%. I dati di Ipsos mostrano un vantaggio per il Pdl più alto che per gli altri istituti di sondaggio.

18.02 aggiornamento Campania dallo speciale Canale 5: il Pdl in Campania è poco sopra il 50%, il Pd al 34% circa, che mazzata! 

17.45 dati regionali (proiezione Consortium di Piepoli ricordiamo, e ricordiamo anche che nel dato nazionale con Pdl intendiamo Pdl+Lega+Movimento per l’autonomia, per Pd s’intende Pd+Idv). In Puglia c’è il Pdl, naturlamente anche in Campania

17.40 proiezione Piepoli-Consortium al 62% della copertura: dato nazionale al Senato, Pdl 46,4%, Pd 37,9%

17.20 proiezioni regionali. Qui Campania, Senato, netto vantaggio Pdl, ampiamente previsto. Pdl 46,9%, Pd 37,8%. La Sinistra Arcobaleno è solo al 3,4%, meno che in Lombardia!

17.08 seconda proiezione Consortium al Senato sul 44% della copertura dei seggi campione: Pdl 44,9%, Pd 38.2%. Il divario aumenta, gli exit-poll come al solito sono per i polli 

16.50 affluenza dal Viminale, mancano 200 enti circa, siamo all’ 81,1%, tre punti percentuali in meno rispetto al 2006 

16.39 Proiezioni 32% dei seggi, dati reali: 43,7% a 39,1% al Senato per il Pdl; non sono dati contrastanti con quelli riportati da Repubblica? Il dato reale è più alto per il Pdl rispetto all’exit poll. Alle 17.00 circa ci sarà la seconda proiezione; proiezioni dei seggi al Senato alle 18.00 circa, che illusione “proiettare” i seggi, si è sempre fatto mattina.. 

16.27 da Repubblica: Nuovi dati ufficiali del Viminale per quanto riguarda il Senato. Con 242 sezioni su un totale 60.048, il Pd e l’Idv prendono al momento il 44,09% mentre il Pdl insieme alla Lega e all’Mpa si attesta sul 42,25%. L’Udc, invece, sta al 4,31% mentre la Sinistra Arcobaleno è ferma al 3,78%. Dati interessanti, c’è diversità rispetto a prima

16.10 Dati affluenza dal Viminale: 81.6% Camera, circa 6.000 sezioni su 8.000, tasso di partecipazione in calo rispetto al 2006 ma non penso sia basso

15.50 terzo exit poll, non cambia nulla per i primi, Camera e Senato, timidi passi per Udc e Sinistra Arcobaleno alla Camera. La prima proiezione tra le 16.30 e le 17.00

15.30 exit poll Sicilia. 51% a 38% nel punto mediano della forchetta a vantaggio di Lombardo sulla Finocchiaro

15:25 Affluenza parziale da Repubblica: E’ dell’82,38% il dato parziale relativo all’affluenza alle politiche per il Senato quando sono giunti al Viminale i dati di 436 Comuni su 8101. Alle precedenti consultazioni, l’affluenza era stata dell’85,34%. Alla Camera dei deputati l’affluenza parziale, scrutinati 160 comuni su 8101, è dell’83,44%. Nel 2006 era stata dell’85,8%.

15.23 secondo exit poll, (Consortium) Rai Uno, la forchetta si riduce, la differenza alla Camera tra Pdl e Pd si riduce a 2 punti, 3 punti al Senato ma questo secondo dato non viene sottolineato nell’intervento dell’inviata

15.05 primo exit poll, avvistato sui canali tv Rai. Buoni dati per la Lega Nord e Di Pietro-Italia dei Valori..un voto di protesta ragionata dentro il sistema bipolare? Solo un punto e mezzo percentuale alla Camera a vantaggio della Pdl sul Pd. Al Senato il vantaggio per la Pdl è di due punti e mezzo per la Pdl nella proiezione minima. Il Pd sembrerebbe primo partito e supererebbe le ex An+Fi! La Sinistra Arcobaleno è giù. Chi l’ha danneggiata, il voto utile promosso dal Pd o un ipotetico astensionismo? Per me la loro campagna elettorale è stata abbastanza debole.