– Scrutatori nei seggi elettorali: come si fa?

articolo originale scritto il 22/03/2006 e aggiornato al 19/02/2013

Aggiornamento del 05/02/2013: Comune di Napoli – Elenco degli scrutatori effettivi nominati dalla Commissione elettorale per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013. (Nominati, non sorteggiati come hanno fatto in altri Comuni)

Aggiornamento del 22/04/2011: la nomina degli scrutatori per le elezioni comunali e municipali a Napoli del 15-16 maggio 2011 è stata effettuata, il 20/04/2011, da parte della Commissione elettorale comunale: l’elenco degli scrutatori (effettivi e riserve) nominati.

Pochi giorni fa, in vista dell’avvicinarsi delle elezioni, mi sono recato presso il Servizio Anagrafe elettorale del mio Comune (Napoli) per indagare sul perché non sia mai stato ‘nominato’ come scrutatore per le consultazioni elettorali (di ogni tipo) e per informarmi sulle possibilità per la tornata del 9 aprile. Pur essendo iscritto da anni all’albo degli Scrutatori (titolo di studio minimo richiesto: Licenza di Scuola Secondaria di 1° grado (detta anche Licenza di scuola media inferiore; l’iscrizione va fatta, nel suddetto Comune, nel periodo 1-30 novembre di ogni anno) e anche a quello dei Presidenti di Seggio (titolo di studio minimo richiesto: Diploma di Scuola Secondaria di 2° grado, detto anche Diploma di scuola secondaria superiore, iscrizione nel periodo 1-31 ottobre) non ho mai ricevuto quella che spesso viene chiamata “nomina” o “chiamata”, attribuibile ad ogni cittadino maggiorenne e godente dei diritti di voto e civili. Ho avuto modo di costatare come altre persone l’abbiano ricevuta più volte. Ho avuto conferma che una volta effettuata l’iscrizione all’albo degli Scrutatori (quello dei Presidenti di Seggio fa capo alla Corte d’Appello) non c’è bisogno di rinnovi annuali o altro e che, come dire, nel corso degli anni non ho mai avuto fortuna in quello che in certe occasioni è stato un semplice sorteggio dei nominativi (tra l’altro svolto con presenza di pubblico, tra i 20 e 25 giorni precedenti le elezioni). Ciò che mi è stato precisato da un addetto e di cui non ero a conoscenza è che è in vigore una legge, del 2005, secondo cui l’assegnazione degli scrutatori spetta ad una “Commissione Elettorale Comunale” (C.E.C.), (composta dal sindaco e da quattro componenti effettivi e quattro supplenti nei comuni al cui consiglio sono assegnati fino a cinquanta consiglieri, da otto componenti effettivi e otto supplenti negli altri comuni ma sembra che tale numero, per tutti, sia stato ridotto) la quale segnala e dunque nomina le persone di propria preferenza, tra quelle iscritte all’albo.

Questo sistema di nomina degli scrutatori è stato istituito attraverso la legge 21 dicembre 2005, n. 270, (v. art. 9) la famosa legge “porcata” di Calderoli, come ammesso dal suo firmatario, sotto il Governo Berlusconi di quel periodo.

Essendo questa una tipica occasione per giovani e meno giovani di guadagnare un pur modesto compenso, senza la compiacenza di un politicante l’opportunità viene a mancare. Si è creato per legge l’ennesimo cattivo esempio di esercizio di potere della nomenclatura partitica sul semplice cittadino desideroso di lavorare e che si vede precluso questo diritto costituzionale dall’assenza di una filiazione politica. Un’ulteriore vergogna di cui si macchiano i nostri rappresentanti-dipendenti politici.
In occasione di alcune consultazioni, il mio Comune ha effettuato il puro sorteggio, non adottando la modalità di nomina da parte della Commissione. Infatti, si adotta uno dei due sistemi o un sistema misto nomina-sorteggio, a discrezione dell’ente locale. Speriamo prevalga un metodo (es. sorteggio) di maggior trasparenza ma nelle ultime due occasioni (comunali 2011 e politiche 2013) non è stato così.

Le uniche volte che ho fatto lo scrutatore, vi sono riuscito subentrando al momento ad un nominato assente.
E la prima volta è stata dura:

Una mia esperienza di scrutatore

Se questa informazione è stata di tuo interesse e/o ti è stata utile in base alla tua esperienza puoi segnalarlo se vuoi in “commenti”; è cosa gradita. Per commentare, non è obbligatorio indicare l’indirizzo di posta elettronica e non è necessario essere iscritti alla piattaforma di blog.

61 responses

21 03 2008
oncologiaesalute

E’ una vergogna gente.. io ora ho intenzione di segnalare seriamente la cosa ai maggiori quotidiani nazionali..è una vergogna che ci sia questa vera e propria “mafia” in queste cose..
a me è sempre stato detto che avveniva semplicemente una estrazione, ma ora mi devo ricredere.. sono veramente incazzato!

E’ semplicemente una questione di principio!!! solo quello!

C’è gente, con lavoro e doppio lavoro che tutte le sante volte viene pescata..come è possibile che avvenga questo?? semplice botta di culo? scusa la volgarità…

21 03 2008
Fab-Blogue Pol

Anche io ho sempre saputo, finora, che la nomina avvenisse per estrazione, come previsto dalla (vecchia) legge ma la constatazione che vi sia gente “nominata” ad ogni consultazione e gente che non lo sia mai avvalora l’ipotesi che l’estrazione fosse già in qualche modo pilotata. Non ho prove dirette per dimostrarlo ed ho riportato la spiegazione di un addetto all’ufficio rivelatami in maniera informale. Mi chiedo come agisca la “commissione elettorale” a cui è affidato il compito di procedere alle nomine. Accolgo la tua indignazione, in attesa delle nomine che avverranno nei prossimi giorni per le politiche del 13-14 aprile

22 03 2008
oncologiaesalute

Mi sono informato da un amico consigliere comunale qui nel mio comune e mi ha specificato ora che è cambiata la legge..ora sembrerebbe che per 2/3 i nomi dei possibili candidati sono fatti dal comitato elettorale, costituito da rappresentanti di ogni schieramento politico, e per 1/3 dal sindaco..
Mi dicono che le estrazioni sono ormai annullate da parecchi anni..
Sta cosa mi lascia ancora più perplesso..
Dopo mi si viene a dire che la politica non è interesse..se non si milita in qualche modo negli ambienti politici o non si hanno le conoscenze giuste è molto difficile fare questo genere di lavoro..la cosa certa è che 200 euro fanno comodo a tutti..inutile negarcelo..
Comunque mi hanno confermato proprio questa cosa.. Ti parlo da un paese della brianza di circa 20000 abitanti e le nomine sono state effettuate l’altro giorno..
guarda non so perchè ma mi viene voglia di non andare nemmeno a votare guarda..
un saluto e scusa per lo sfogo..
p.s. complimenti davvero per il tuo spazio..
ciao!

22 03 2008
Fab-Blogue Pol

Grazie per il tuo contributo, anche informativo, oltre che comprensibilmente espressione d’indignazione. Mi riservo di fare delle ricerche sulla legge inerente ma ciò che riporti sembra essere anche a me l’attuale regolamento; so che ci sono stati dei cambiamenti ma non pensavo che la pratica dell’estrazione fosse stata definitivamente abolita. Mancano 22 giorni al voto e le nomine dovrebbero essere in corso, giorno più giorno meno; ma, come detto, anche stavolta dovremmo assistere a nomine pilotate. Ci sono elementi per presumere che tale ingiustizia sia stata regolarizzata con lo strumento legislativo. E’ uno sfogo rappresentativo di tanti..
Grazie anche per i complimenti e ricambio il saluto!

27 03 2008
oncologiaesalute

Vergognoso a mio avviso è dire poco..vabbè..grazie per la preziosa segnalazione!

27 03 2008
Fab-Blogue Pol

..perché le parole che nascono spontanee di fronte a tali pratiche, peraltro così diffuse e generalizzate nel nostro Paese, sarebbero di natura talmente spregevole che poco riferibile in un contesto che vuol essere di riflessione, conoscenza e opinione pubblica.

Ricambio il grazie anche per aver diffuso interesse verso informazioni utili e per aver sollecitato approfondimenti sulla legislazione in materia, che ha riportato in questo caso un altro particolare della criticata legge elettorale, definita dallo stesso firmatario “una porcata” e avallata dall’allora premier Berlusconi a scopi di ostruzionismo parlamentare e non per interesse verso il Paese. (Come molti sanno, l’attività camerale durante il Governo uscente è andata spesso a rilento anche a causa della composizione numerica delle forze al Senato, effetto distorsivo della legge suddetta)

5 05 2009
motosega

e quindi é inutile andare in comune a iscriversi .. speravo tanto visto che sono senza una lira al verde- bisogna dirlo a tutti come si spartiscono i soldi delle elezini i politici la solita sfortuna dei poveracci …

5 05 2009
Fab-Blogue Pol

Beh, iscriversi non comporta(va) un grosso impegno/sacrificio ma credo che il periodo per farlo si sia concluso. Sul sito del proprio Comune dovrebbero essere resi noti i termini per l’iscrizione.

Si potrebbe finire nella lista dei possibili scrutatori per sbaglio o per semplice gesto di generosità di qualcuno che voglia includere un (o più) qualunque iscritto. E ci si potrebbe iscrivere in attesa e nella speranza che il comma della legge cambi (non è il referendum elettorale del 21 giugno a cambiarlo) e si ritorni all’estrazione (sorteggi), in modo da ritrovarsi pronti per la nuova situazione.

Comprendo lo sconforto e sui soldi per le elezioni si mettono in discussione i rimborsi elettorali; ma è altro discorso.

28 05 2009
Zurlo Ivan

Un presidente di seggio mi ha scelto come suo segretario, sapete dirmi se devo produrre dei documenti e quali??
Del tipo carta di identità o patente, diploma,tessera elettorale, ecc.

Vi chiedo questo perchè non ho mai avuto il piacere di essere in un seggio come componente, e ignoro se c’è da portare documenti…in particolare , essendo scaduta da 2 giorni la carta di identità,è necessario che la rifaccia???

28 05 2009
Fab-Blogue Pol

E’ opportuno avere con sé un documento d’identità; anche se per votare dovrebbe essere prevista una procedura di riconoscimento effettuata da un terzo in qualità di garante e che permetta di votare a chi ne fosse sprovvisto, è consigliabile, per il segretario e per ogni componente del seggio, avere un proprio documento anche perché i dati dello stesso andranno riportati nei verbali (registri) del seggio. Non so come e se si procede in mancanza di dati identificativi documentati del componente del seggio.
La tessera elettorale serve per poter votare.
Il diploma e/o altri titoli di studio non occorrono.

La patente di guida è documento equipollente ma il consiglio è di approfittare delle elezioni per poter rinnovare la carta d’identità. Facendone richiesta subito, dovrebbe essere disponibile in tempo per le elezioni. Ma i tempi di rilascio possono essere diversi e andrebbero richiesti all’ufficio competente della Municipalità di appartenza.

E’ possibile anche rinnovarla nei giorni di voto, a seggi aperti. In tal caso, i tempi di rilascio sono in genere immediati, al momento della richiesta.

Nella speranza che tali informazioni siano utili e che l’esperienza si riveli un piacere.

30 05 2009
Zurlo Ivan

grazie del consiglio… per maggiore tranquillità sono andato all’ufficio anagrafe e mi hanno detto che se la patente è rilasciata dal prefetto (ed è il mio caso) è a tutti gli effetti un documento di riconoscimento, sarebbe stato diverso se la patente fosse stata rilasciata dalla motorizzazione civile, mi hanno anche fatto fare una dichiarazione sostitutiva di atto per il diploma…ora un ultima domanda, e chiedo scusa se sono troppo invadente,. so che il segretario ha il compito di redigere i verbali di firmare le schede in fase di insediamento (la mattina del sabato) di coadiuvare il Presidente di seggio…in definitiva, oltre a questi compiti ve ne sono altri??
Grazie per la vostra cortesia, Ivan

30 05 2009
Fab-Blogue Pol

Bene l’aver precisato, avendo io dimenticato di farlo, la differenza tra la Patente di guida rilasciata dalla prefettura, questa valida come documento equipollente alla carta d’identità e quella rilasciata dalla motorizzazione (più recentemente).
Per il diploma di studi, l’autodichiarazione o dichiarazione sostitutiva è idonea, come da te riportato, nei casi in cui sia richiesta.

I compiti del segretario sono, in definitiva, chiari come da te citati; per altre ed eventuali incombenze, qualora sfuggano al momento, al Presidente di Seggio viene consegnato un manuale sulle operazioni di voto a cui si può fare riferimento.

Nessuna invadenza e grazie, Ivan, per i tuoi contributi sull’argomento, sempre aperto. Mancano 7 giorni esatti all’insediamento dei seggi; serenità e buon lavoro!

3 06 2009
elvis83.p

mi stavo proprio interrogando sul punto in questione e ho scoperto solo ora l’esistenza di questa(concordo in pieno) “porcata” di legge. Io ho presentato domanda al mio comune, sia come scutatore che presidente di seggio circa 3-4 anni fa! Mai sorteggiata! I primi anni pensavo la solita sfortuna, poi la cosa ha iniziato ad insospettirmi. Molti mi hanno detto addirittura che nonostante il sorteggio fosse pubblico comunque i nomi che venivano inseriti per il sorteggio erano per la stessa persona più di uno(: es.Giulio Rossi veniva messo in 5-6 bigliettini) e quindi più alta era per quest’ultimo la probabilità del suo sorteggio! é una vergogna! il nostro paese non và proprio per questa serie di “schifezze” che mettono in risalto la non idoneità di certi soggetti alla “GOVERNANCE” a partire da quella locale!

3 06 2009
Fab-Blogue Pol

La mia esperienza è molto simile alla tua. Fino a qualche anno fa sapevo si tenesse un sorteggio che, avevo il sospetto, fosse in qualche modo pilotato. Il dubbio sulla sua regolarità nasceva dalla constatazione che, nel succedersi delle tornate elettorali, avevo avuto notizia di conoscenti più o meno puntualmente “sorteggiati”; io mai, malgrado fossi e sia iscritto ai due albi da un bel po’ di anni, più dei tuoi.

La pratica si è poi tramutata in un comma di legge all’interno di quella che il suo stesso autore, il leghista Calderoli, definì “porcata”, durante il precedente Governo Berlusconi.

Direi che la cattiva governance, clientelare, parta dal piano nazionale; gli enti locali applicano quella legge che, ricordiamolo, è nata sotto un Governo Berlusconi.

3 06 2009
marta

ciao sono capitata per caso qui….sono di roma e per mia fortuna credo, dal momento in cui mi sono iscritta prima come scrutatrice poi come presidente di seggio sono stata sempre convocata e vi assicuro che non conosco nessuno….volevo far presente una cosa..per gli scrutatori la domanda va rinnovata ogni anno per le votazioni correnti…si viene iscritti all’albo degli scrutatori con la prima domanda presentata ma la scelta ricade tra le nuove domande ricevute là dove i prescelti rinuncino allora il comune prende gli scrutatori dall’albo degli scrutatori e in quel caso vale la nomina dei preferiti ….per i presidenti di seggio idem, io vengo chiamata di continuo e sulla convoca c’è scritto in sostituzione di….perchè oltre al primo anno non ho più rinnovato la mia domanda in quanto paga-responsabilità non vanno di pari passo e soprattutto dopo la riforma d’alemiana che prevede il pagamento esclusivo dei giorni previsti in media in italia per l’intero scrutinio ad esempio 3 gg…cosa impensabile perchè un seggio di roma che di media ha 1600 elettori non può impiegarci lo stesso tempo di un comune seggio di qualsiasi altro luogo di provincia, quindi lavoriamo altri due giorni senza essere pagati, non solo ma la stanchezza prevede l’errore umano e la penale da pagare non vale il gioco, visto che se solo manca una scheda il presidente di seggio paga con una reclusione da 3 a 12 mesi! nonchè un’azione giudiziara che si protrarrà nel tempo! siccome ho letto parole come clientelare ecc… vi assicuro che la nomina a preferenza vale solo qualora ci siano delle rinunce e questo lo so per certo poichè ero andata alla corte d’appello per chiedere la motivazione della mia convoca dopo che ormai non rinnovavo + la domanda da presidente dalla prima che feci e per non essere + chiamata ho dovuto fare domanda di cancellazione dall’albo.
scusate l’intervento spero di essere stata ultile.

3 06 2009
Raffy

marta ha detto solo cazzate, scusami ma al mondo d’oggi non credo più a nessuno che ha fatto qualcosa senza raccomandazione h0 38 anni e ho visto di cotte e di crude. scusami se sono stato duro ma sono molto arrabbiato per questo mondo, poveri nostri ragazzi

3 06 2009
Fab-Blogue Pol

@ Raffy: avrei preferito non utilizzassi quel termine per il quale, almeno, ti sei scusato; era sufficiente scrivere che non credi a quanto affermato dalla commentatrice a cui ti riferisci.

Sono anche io, come tanti, arrabbiato per certe cose ma sono certo che non tutto può essere fatto solo tramite raccomandazione.
Poi dipende da cosa si parla, certo, ve ne sono di raccomandazioni.
Sei giovane, trasforma la tua rabbia in corretta determinazione.

3 06 2009
Fab-Blogue Pol

Ciao Marta e grazie per aver riportato la tua esperienza.
E’ sicuramente utile a sapere qualcosa in più sulle modalità usate per le nomine ed anche per capire se vi siano differenze tra Comuni.

A quanto scrivi, sembra ve ne siano. Io mi riferisco a Napoli dove più volte (per più elezioni, nel corso di anni) mi sono recato personalmente all’ufficio Anagrafe elettorale che gestisce l’Albo degli scrutatori dove mi è stato detto, in tutte le occasioni, che la domanda per fare lo(-a) scrutatore(-rice) non va rinnovata. La prima (unica) iscrizione all’Albo degli scrutatori permette di farvi parte a tempo illimitato (meno i casi previsti dalla legge: decadenza, rinuncia, etc.) e dunque di poter, potenzialmente, essere nominati, per ogni consultazione.

Per quanto riguarda la Corte d’Appello e l’assegnazione dei Presidenti di Seggio, sono iscritto anche a quell’Albo ma non ho mai ricevuto notizie. So che esiste la possibilità di essere nominati Presidenti di Seggio sostitutivi (ho più volte presentato domanda), con eventuale chiamata in caso di Presidenti assenti. Così come può essere costituito un elenco di riserve per gli scrutatori.

La tua nomina a Presidente di Seggio, avvenuta quando non avevi rinnovato la domanda, incontra quanto da me scritto a proposito della non necessità del rinnovo della richiesta; quantomeno per la Corte d’Appello.

Anche quando ero un neo-iscritto, (“nuova domanda” secondo quanto scrivi) per Presidenti e scrutatori, non sono stato mai scelto/nominato; neppure quando si faceva il sorteggio, vale a dire prima della legge del 2005.

D’ispirazione “clientelare” considero il comma di legge inserito nella legge a firma di Calderoli, sotto il precedente Governo Berlusconi e che ha abolito il sorteggio, istituendo la conseguente pratica descritta nei vari interventi qui, con l’istituzione della Commissione elettorale comunale. Facendo affidamento sulla tua sincerità, devo ipotizzare che vi siano, nella prassi, diversi sistemi di gestione delle nomine. Appare strano e bisognerebbe approfondire ulteriormente la questione.

In merito alle tue considerazioni su paga e orario, si potrebbe verificare la normativa sulla durata poiché mi sembra, non ne sono certo e non so se avrò il tempo di controllare nei prossimi giorni (ma magari qualche lettore vuol farlo, sarebbe utile), che vi sia un limite alle operazioni di spoglio di 12 ore, dopo la chiusura dei seggi (fine delle operazioni di voto).

Anche se trovo alcune differenze con le informazioni in mio possesso, grazie per il tuo intervento.

15 06 2009
Fab (Blogue Pol)

Da una fonte interna ho saputo che per essere nominati Presidenti di Seggio (a Napoli) non è sufficiente essere iscritti all’albo ma occorre, per ogni consultazione elettorale, ripresentare domanda recante la propria dichiarazione di disponibilità, presso l’Ufficio elettorale della Corte d’Appello.

21 06 2009
Abbondanza

Nel momento in cui si insediano i seggi elettorali, e manca uno scrutatore, il Presidente scegli a sua discrezione una persona tra i presenti tra il più giovane ed il più vecchio. Quali sono i documenti da esibire oltre al documento d’identità nel momento in cui si viene scelto. Anche la tessera elettorale?

21 06 2009
Fab (Blogue Pol)

Se il completamento dei componenti del seggio avviene singolarmente, vale a dire non utilizzando una lista di aspiranti sostituti scrutatori disponibile per l’intero plesso scolastico, il Presidente deve nominare (non a sua discrezione) per primo il più anziano tra gli astanti disponibili. Se mancano due scrutatori, il secondo da nominare è il più giovane e così via, alternativamente.
Nel momento in cui si viene chiamati a sostituire uno scrutatore assente, può essere richiesto di esibire un documento d’identità e la tessera elettorale, che se ricordo bene serve anche ad attestare la residenza nel Comune in cui si presterà servizio.

3 03 2010
gabriella quaranta

sono un segretario comunale e da tecnico e dall’interno,confermo del tutto l’impressione negativa che parecchie persone hanno delle nuove norme che disciplinano la scelta degli scrutatori.

3 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Accolgo la testimonianza di Gabriella, segretario comunale, di una percezione d’iniquità della norma (del 2005) anche dall’interno.

E’ da sapere se la norma può essere regolamentata diversamente (es. con sorteggio integrale) e autonomamente dai singoli enti locali.

7 03 2010
Silvana

Anche io sono stata chiamata molto spesso ed anche mia figlia e tu puoi essere incazzato quanto vuoi, ma noi non abbiamo nessuna raccomandazione, nè siamo iscritte a nessun partito. Ti dirò anzi che alle ultime elezioni, quelle europee, nel seggio dove fu chiamata mia figlia, su 4 sezioni, mancavano 3 presidenti e 6 scrutatori e per trovarne di disponibili, son trascorse ben 3 ore. Napoli centro storico.

7 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Silvana,

se tu e tua figlia siete state chiamate molto spesso attraverso puro sorteggio, siete state molto baciate della dea bendata ed io non ho avuto mai questa fortuna.

Nel post ho indicato e criticato la legge in base alla quale la Commissione elettorale fa le nomine e mi sembrerebbe strano se la ripetuta fortuna si manifestasse anche attraverso questa modalità.

Chi tante volte e chi nessuna, qualche dubbio sul sistema persiste. Non ho neppure preso in considerazione che i più volte nominati siano iscritti ad un partito; per quel discorso, sarebbe sufficiente una segnalazione.

So bene che a Napoli come in altri luoghi si verificano assenze di scrutatori e presidenti tant’è che, se avessi letto con più attenzione il mio post, ti saresti accorta che ho scritto di aver fatto lo scrutatore esclusivamente in questo modo, sostituendo un assente.

Domani avverrà la nomina degli scrutatori a Napoli per le elezioni regionali del 28-29 marzo; magari potresti rendere nota qui la tua e/o quella di tua figlia qualora avvenisse anche stavolta.

8 03 2010
Silvana

Ok, se dovessimo essere chiamate, te lo farò sapere. Ciao

9 03 2010
Silvana

Mia figlia è stata chiamata a fare la scrutatrice io no.

9 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Ciao Silvana,

grazie per aver condiviso la notizia e buon lavoro a tua figlia. Si è tenuto il sorteggio automatizzato e in questo modo è la buona sorte che decide. Anche stavolta io non ne ho avuta.

Il sorteggio è un metodo condivisibile, sempre che l’estrazione sia puramente casuale e ciò dipende da chi e da come viene costruito (progettato e reso funzionale) il database che estrae i nominativi.
Dunque, conto sulla buona fede ma si potrebbe avere ancor più trasparenza..

11 03 2010
Silvana

Figurati, è per ribadire che è solo e puramente una questione di fortuna, mia figlia lo è più di me, praticamente è stata chiamata ogni volta che ci sono state elezioni, da quando si è iscritta all’albo. Mi spiace per te e anche per me perchè è vero che danno una miseria, ma in tempi di magra, qualche euro in più fa sempre comodo…ciao

11 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Non metto in dubbio, Silvana, che taluni siano in questo senso fortunati, prendiamo il caso di tua figlia e altri no, come nel mio caso che non sono mai stato sorteggiato pur essendo iscritto all’albo da non poco tempo.

Capirai, però, che mi possano venire dubbi e incredulità sulla corretta progettazione del programma automatizzato che effettua l’estrazione, per aver visto e sentito persone che sono chiamate sempre e altre mai; soprattutto perché sento solo questa netta differenziazione, come due categorie, quelli “sempre” (o quasi) e quelli “mai”.

Per le elezioni regionali in arrivo, il compenso sarà più basso di quello per le europee dello scorso anno ma, certo, farebbe comunque comodo; io ho intenzione di provare ad entrare al momento, (come ho già fatto in passato, ne ho anche scritto qui) magari anche tu..vedremo, ciao!

12 03 2010
Silvana

Si in effetti i criteri del programma non li conosco, io non so in quale zona tu abiti, ma ti garantisco che se ti avventuri nei quartieri “difficili”, gli scrutatori e i presidenti mancano come il pane…ciao e buona fortuna!

12 03 2010
Fab (Blogue Pol)

In certi quartieri “difficili” di Napoli gli scrutatori hanno timori ma ti dico che la prima volta che feci lo scrutatore, entrando al momento e dunque senza nomina, avevo scelto di recarmi in uno dei quartieri ‘bene’ e, oltre a non pochi assenti anche lì, fu talmente ‘difficile’ l’ambiente che trascorsi l’intera serata e nottata di spoglio delle schede affiancato dagli agenti di polizia.
Assenti e ambienti difficili vi possono essere anche in zone non attese. Grazie Silvana e speriamo bene!

18 03 2010
Michele

Per le consultazioni elettorali dello scorso anno, ho sostituito uno scrutatore assente al momento della costituzione dei seggi grazie al criterio di alternanza giovane/anziano in base all’ ordine anagrafico del giorno,mese e anno di nascita.
Lo scorso 17 novembre ho compilato il modulo di iscrizione all’albo degli scrutatori e sabato scorso 13 marzo mi è arrivato il decreto di nomina.
Preciso di non essere parente o amico di alcun esponente politico.

18 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Ho provveduto ad aggiornare l’articolo con brevi aggiunte, sperando ne risulti più facile la lettura.
Anche perché diversi, pur con graditi contributi, hanno mostrato di non averlo letto per intero prima di commentare.

Ho piacere per te, Michele, che sia stato estratto, peraltro da neo-iscritto all’Albo.
Con il sorteggio ci si affida alla fortuna e solo a quella, sempre che il sistema d’estrazione (il programma di elaborazione dei dati) sia correttamente costruito.

Nell’articolo, di cui sono l’autore, critico la legge secondo cui avverrebbe una scelta dei nominativi da parte di un’apposita Commissione Elettorale Comunale. Ho constatato con piacere che per consultazioni recenti si è invece adottato, almeno nel mio Comune, il vecchio metodo del sorteggio.

Anche io, lo scorso anno e in una precedente occasione, ho sostituito uno scrutatore assente al momento della costituzione dei seggi.

Dunque se si continuerà ad effettuare un sorteggio, con un utilizzo corretto del software con il quale viene fatto, sarà bene e non vi saranno dubbi e critiche sull’intervento di politici e affini.

24 03 2010
faro

Ciao a tutti,
complimenti a chi ha avuto l’idea di aprire questa discussione, l’ho trovata molto utile, tanto più che su queste nomine elettorali c’è sempre un alone di leggenda, almeno mi sono fatto un’idea più chiara.
Io sono di Napoli ed ho letto sul sito del Comune l’elenco degli scrutatori, io non sono stato baciato dalla fortuna, tuttavia sono anche nell’albo dei Presidenti, ma avrei bisogno di sapere dove e quando effettueranno le nomine qui a Napoli, qualcuno ne è al corrente?
grazie

25 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Ciao faro,
sono l’autore del post (e amministratore del blog) che ha fornito gli spunti iniziali per la discussione e mi fa piacere che tu abbia trovato, anche grazie a diversi interventi giunti finora dai commentatori, elementi utili a chiarire i meccanismi di nomina e composizione dei seggi elettorali.
Per quanto riguarda i Presidenti di Seggio, le nomine a Napoli spettano alla Corte di Appello di Napoli e naturalmente, per le elezioni regionali del 28-29 marzo, sono già state conferite.
Sperando in una maggior fortuna per le prossime occasioni, grazie per i complimenti

25 03 2010
Silvana

Ciao, volevo solo dirti che la dea bendata è decisamente amica di mia figlia che è stata chiamata anche come presidente…a te come è andata? Un saluto

25 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Ciao Silvana; tua figlia è stata così fortunata in questa tornata di nomine per i seggi che potrà scegliere se fare la presidente o la scrutatrice..in termini di compenso, sappiamo, la differenza è limitata; forse è da prendere più in considerazione, per la scelta, una questione di organizzazione e responsabilità maggiore che il ruolo di presidente comporta.

Per quanto riguarda me, come scrissi, anche stavolta non ho ricevuto nomine; è da vedere in caso di assenze.
Mi fa piacere il tuo interessamento anche alla mia questione e ricambio il saluto

27 03 2010
Fab (Blogue Pol)

Sono subentrato, come scrutatore, ad un assente🙂

29 03 2010
maria grazia

Beh! ne avrei da dire a riguardo… Ma mi limito a questa: stamattina vado a votare e chi trovo nel mio seggio? Il presidente è la solita signora che ha l’incarico ogni volta che ci sono le elezioni ma c’erano pure i suoi due figli… Non vi sembra un pò troppo visti tanti giovani e le tante persone che cercano lavoro? Di certo queste nomine non sono nate per sorteggio…. Ma si sa, l’italia va avanti così… Cosa andiamo a votare?

30 03 2010
Fab (Blogue Pol)

E’ vero, Maria Grazia, spesso le nomine si ripetono.
So che i presidenti di seggio riescono ad ottenere sempre o quasi l’incarico dopo la prima volta, mediante una dichiarazione di disponibilità che fanno prima di ogni consultazione elettorale. Ecco perché sono spesso gli stessi delle volte precedenti.

Non credo vi sia un sorteggio, per l’appunto, per i presidenti. Per gli scrutatori si e mi sembrerebbe particolarmente fortunoso se due figli venissero sorteggiati con la madre nello stesso seggio. Potresti andare al momento della composizione e insediamento dei seggi perché è lì che si potrebbero scorgere, eventualmente, delle irregolarità.

Poi, io penso che la nomina degli scrutatori dovrebbe essere conferita sulla base delle condizioni socio-economiche; dunque ai giovani, ai disoccupati etc.
Anche se l’Italia è così non smettiamo di lottare, per i diritti, la trasparenza..

7 04 2011
Anonimo

anche io sono schifata per questa forma di clientelismo- dovremo denunciare tutte le illegalita del caso,

7 04 2011
Fab (Blogue Pol)

Difficile individuare illegalità ma se vi si riesce..E dovremmo, anche e comunque, sensibilizzare sulla questione e diffonderne le criticità.

15 05 2011
teresa

salve , vorrei sapere sono della provincia dicasoria posso sostituire uno scrutinatore a pianura? grazie

15 05 2011
UMBERTO-TREBBI.

Vorrei scrivermi come scrutatore nei prossimi seggi(GRAZIE)CON OSSERVANZA:TREBBI UMBERTO.

18 05 2011
Fab (Blogue Pol)

@ Umberto Trebbi:

dovrebbe preventivamente iscriversi all’Albo degli Scrutatori presso il suo Comune, che dovrebbe avere un ufficio “Anagrafe Elettorale” o in modo simile denominato. Del resto, è menzionato nelle prime righe della presente pagina web.
Distinti saluti

18 05 2011
Fab (Blogue Pol)

@ Teresa:

essendo stato impegnato al seggio elettorale, riesco adesso a pubblicare e rispondere al quesito: lo scrutatore deve essere iscritto nelle liste elettorali del Comune nel quale svolge la funzione (fonte: sito Ministero dell’Interno – Test “io voto”)

21 05 2011
angelo

mio figlio ha compiuto 18 anni a novembre del 2010 . in questi giorni è andato presso l’ufficio elettorale del proprio comune per ritirare la tessera elettorale, gli è stato detto che per iscriversi nella lista degli scrutatori bisogna farlo soltanto nel mese ottobre .
questa regola non va a ledere il diritto di un cittadino che ha diritto al voto?
in assenza dei designati sorteggiati può svolgere tale compito pur non essendo iscritto nella lista degli scrutatori? ciao,se puoi rispondi presto.

21 05 2011
Fab (Blogue Pol)

Ciao Angelo,

in tutti i comuni è stabilito il periodo nel corso del quale è possibile iscriversi all’Albo degli Scrutatori; per legge, l’Albo viene aggiornato in predeterminato periodo.

E’ possibile svolgere la funzione di scrutatore sostituendo sul momento uno scrutatore designato ma assente, essendo elettori del Comune nel quale si va a prestare servizio, pur non essendo iscritti nell’apposito Albo degli Scrutatori

8 06 2011
Anonimo

Signori scusatemi tutti,
mi sono iscritta all’ albo che ero una ragazzina e frequentavo l’ università e non sono stata mai chiamata, oggi sono una mamma con una figlia all’ Università e sono stata nominata per i referendum del 12-13 giugno e vi garantiscoche non conosco nessuno che abbia potuto preferirmi ad altri.
Tutto ciò che dite mi meraviglia tanto…
Auguri a tutti
Rita

8 06 2011
Fab (Blogue Pol)

Rita,
vi sono Comuni e consultazioni dove la nomina degli scrutatori avviene a seguito di puro sorteggio, altri dove la chiamata è frutto di ‘conoscenza’, altri ancora dove viene adottato un sistema misto.
Speriamo che la tua testimonianza valga anche come speranza soprattutto per coloro che, come te, potrebbero essere nominati dopo anni..
Un buon augurio a cui mi unisco

12 06 2011
Giuseppe Trapani

Vorrei spiegarmi cosa mi è successo ieri pomeriggio:
Ieri sabato 11 giugno mi sono presentato presso la sezione elettorale dove ero stato nominato scrutatore alle ore 15.55. Per la costituzione dell’ufficio elettorale da parte del presidente bisognava essere presenti alle ore 16.00 solo ke all’arrivo alla sezione, all’orario sopra indicato mi hanno riferito ke il seggio era gia stato costituito con sostituti. Secondo vuoi puo essere una truffa da parte del presidente?

12 06 2011
Fab (Blogue Pol)

Giuseppe, quanto riporti è chiaramente un abuso di potere da parte del presidente di seggio; avresti dovuto far valere le tue ragioni in quel momento (oramai è tardi, il seggio è costituito) facendo presente, anche agli addetti alla Forza pubblica e alla persona delegata dal Comune che supervisiona i seggi, la tua posizione di scrutatore con nomina e presente in tempo utile. Episodio spiacevole

23 02 2013
anna

per favore…mi dite se si può rinunciare alla nomina di scrutatrice se si ha l’influenza???io oggi ho fatto l’apertura…solo che nn ci posso andare..a cosa vado incontro?e poi come faccio e a chi comunicarlo???
risp..grazie…urgente!!

23 02 2013
Fab (Blogue Pol)

A voler essere precisi, si potrebbe avvisare l’Ufficio Elettorale Comunale che aveva effettuato la nomina.
Bene sarebbe recarsi domattina all’apertura del seggio o poco prima per comunicare la rinuncia direttamente al Presidente di seggio, se non vi è alcun altro modo per mettersi in contatto, neppure con un altro componente del seggio. Altrimenti, chiamando il centralino della scuola e dando nominativo e numero di seggio.
Non sono “regole” ma iniziative di buon senso.
Nella prassi, in caso di abbandono, non accade nulla di preoccupante, anche se non è comportamento propriamente corretto.

26 02 2013
Marco

Salve a tutti, avrei una domanda che forse è un po’ off topic. Sto cercando sul web il significato della sigla di un timbro che ho notato sul registro degli elettori, ahimè non ho avuto fortuna e non ho trovato niente al riguardo.
In pratica, mi trovavo al seggio per votare e durante la consegna della tessera elettorale e della carta d’identità allo scrutatore mi è caduto l’occhio sul registro degli elettori. Nella lista, affianco al mio nome, ho notato un timbro rosso con la lettera R (se ricordo bene) che mi ha incuriosito molto. In effetti ero l’unico a portare questo timbro in quella pagina. Qualcuno di voi sa per cosa sta il timbro R sul registro degli elettori?
Grazie in anticipo!

26 02 2013
Fab (Blogue Pol)

Salve; non viene da pensare a qualcosa di diverso dal timbro della sezione, che però è di colore nero e che d’altronde dovrebbe essere presente come bollo di voto sulla tessera elettorale. Un’ipotesi è che, per errore, qualcuno abbia ‘sporcato’ il registro con materiale altro di cancelleria.

27 02 2013
Anonimo

Hai perfettamente ragione. A me capita la stessa cosa.Da anni iscritta non mi hanno mai chiamata,sono disoccupata da 10 anni e regolarmente iscritta al centro per l’impiego.persone che conosco e che per di più hanno anche un lavoro ad ogni tornata elettorale vengono “sorteggiati”.Fortunati vero?

27 02 2013
Fab (Blogue Pol)

Come specificato più avanti nel corpo del testo, quando non si sceglie di fare un sorteggio, la nomina può essere politica. E in questi casi, ecco spiegata la ‘fortuna’. Sarebbe opportuno dare precedenza a disoccupati e categorie deboli, d’accordo con quanto fai notare su questo aspetto.

10 04 2014
gioia

è vero hai ragione funziona così anche da noi…..faccio parte del M5S di Follonica e abbiamo proposto che i ns scrutatori siano scelti tra quelli iscritti alle liste dei disoccupati,come ci sembra giusto e ragionevole.

10 04 2014
Fab (Blogue Pol)

In tal caso, la formazione politica avente la possibilità di poter nominare un tot di scrutatori quantomeno adotta – come anche altre potrebbero fare – un motivato criterio di scelta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...