Bacio libero per tutti !

29 07 2007

 

Due ragazzi di 27 e 28 anni di Roma sono stati fermati l’altra notte, alle h 2.00 della notte, da una pattuglia di carabinieri perchè si stavano baciando, secondo una prima ricostruzione, come fanno tante coppie che passano davanti al Colosseo.

I carabinieri li hanno portati in caserma, lì i due giovani sono stati interrogati e poi denunciati per atti osceni in luogo pubblico ”; nella versione dei carabinieri i due stavano facendo sesso orale. 

Se davvero si sarà trattato solo di un bacio ed è l’ipotesi sui cui poggia il discorso, non si potrebbe spiegare a chi ci guarda da altri paesi, da paesi esteri a noi vicini, se non con un senso di vergogna che dobbiamo provare nel mettere a nudo il livello di arretratezza culturale e civile del nostro Paese. La libertà di espressione personale come oggetto di discriminazione.  

Se si trattava di un semplice bacio, un bacio passionale, (la testimonianza audiovideo resa da uno dei due ragazzi) non sarebbe di certo un atto osceno, (anche dal punto di vista giuridico) che di questa parola se ne può abusare in Italia per altri motivi, basta leggere le notizie delle prime pagine dei (tele-)giornali.

Senza voler allungare il discorso alle insperate (nel senso che nel paese che ospita il Vaticano difficilmente si potranno portare avanti) norme che regolino diritti per le coppie di fatto (la proposta dei DICO sarà probabilmente sostituita dal nuovo disegno di legge dei CUS, Contratti di Unione Solidale) io dico a questi custodi dell’ordine: ma che vi frega di chi si bacia? Sono fatti loro! Non avete presente il concetto di libertà o pensate che la libertà sia quella propinata da Berlusconi?

Lasciate che si bacino, non hanno fatto del male a nessuno. Che siano un uomo e una donna, due uomini, due donne, cosa cambia per voi? Hanno creato pericolo per la pubblica sicurezza?

Naturalmente ci sono state delle reazioni di protesta da parte di alcuni politici (Turco e Bindi) che chiedono vengano porte le scuse ai ragazzi e controreazioni conservatrici, come quella del capogruppo Udc alla Camera Luca Volonté in risposta alle dichiarazioni delle due ministre: “ideologiche e gravissime e sottintendono una richiesta di discriminazione nei confronti degli eterosessuali e la non applicazione del codice penale per la casta gay”.

Le associazioni gay stanno organizzando un kiss-in di protesta per il 2 agosto a Roma e per stasera dalle ore 22 di fronte al Colosseo un bacio di massa per esprimere solidarietà ai due giovani fermati, accadimento non degno di un Paese normale. Io penso che anche eterosessuali potrebbero partecipare; di sera e con questo caldo una bella passeggiata al Colosseo suggellata da un bacio en plein air non potrebbe essere che un momento di gioia.

Il bacio in pubblico deve essere libero per tutti e non un reato. Probabilmente, il comportamento di questi cultori dell’ordine bigotto sarà stato dettato da una mentalità discriminatoria verso gli omosessuali ma esiste un certo tipo di reato, quello di atti osceni in luogo pubblico, che si scontra con un concetto relativo, per tutte le coppie eterosessuali e non. Sono stato fortunato, io etero, a non essere caduto nella rete moralista da atto osceno ma se mi troveranno, impegnato anche in qualcosa di più di un semplice bacio, come si usa dalle mie parti, non mi potrò vergognare di essere accusato di atti osceni in luogo pubblico, perché l’interpretazione e il giudizio possono essere fuorvianti. 

Annunci

Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...