2 giugno – Festa della Repubblica

3 06 2007

Giorgio Napolitano (repubblica.it) 

Nel suo messaggio di ieri, non indirizzato personalmente a me per augurio di buon compleanno, il capo dello Stato ha rivolto un appello che nei suoi punti salienti chiede a tutte le forze politiche di restituire credibilità alle istituzioni politiche, auspicando soluzioni condivise in Parlamento, sottolineando che la macchina della burocrazia deve essere alleggerita e dichiarando che bisogna agire per rinnovare la politica e diminuirne i costi di funzionamento.

Leggiamo alcuni punti toccati dal Presidente Napolitano riportati dal Corsera:  

«La politica deve trovare un terreno comune, in gioco c’è il futuro». Per questo, serve un «confronto in Parlamento». E per risolvere la crisi di fiducia dei cittadini, è necessario «attuare riforme di ampio respiro e diminuire i costi delle istituzioni».

SOBRIETA’ – A proposito dei costi della politica, Napolitano spiega che «la macchina istituzionale e burocratica resta pesante e costosa. È indispensabile alleggerirla, renderla più razionale ed efficace, diminuirne i costi». «Si impone perciò sobrietà e rigore nei bilanci pubblici e nei comportamenti pubblici», aggiunge il Capo dello Stato. Sono soprattutto i costi di funzionamento del parlamento che vanno ridotti, il numero dei parlamentari..non c’è bisogno che aggiunga io ciò che giornalisti (Stella e Rizzo) alcuni politici (Salvi e altri), commentatori e speciali televisivi stanno mettendo in evidenza da un po’ di tempo.

CONFRONTO – «Dall’altra parte – aggiunge Napolitano – si deve sapere che per rinnovare la politica e le sue regole, i meccanismi elettorali e le istituzioni, non c’è altra strada che quella di confronti e accordi tra le forze presenti in Parlamento e in altre Assemblee elettive. Importanti sono le sollecitazioni che possono venire dall’opinione pubblica, dalle forze sociali e culturali, e da una maggiore partecipazione dei cittadini: ma nulla può sostituire la ricerca di intese, (che non si arrivi però a larghe intese dannose) la scelta di soluzioni largamente condivise in Parlamento, specie per riforme di ampio respiro che ormai si impongono nell’interesse generale». «E dunque mi chiedo – afferma il capo dello Stato – si può trovare ora, nonostante le difficoltà, questo terreno comune tra forze di maggioranza e di opposizione, senza confondere i ruoli, senza attenuare la gara per il governo del paese? Continuo a credere che sia possibile, e a ripetere il mio appello in questo senso. È in gioco il nostro comune futuro».

LA RIPRESA – Sulla situazione economica del nostro Paese, il presidente della Repubblica afferma che «la ripresa c’è ma non è sufficiente e ognuno, dalle istituzioni agli imprenditori, deve fare la propria parte per consentire al paese di crescere davvero». «Non spetta a me, sia chiaro, dare giudizi sull’azione di governo – aggiunge Napolitano – non interferisco nel dibattito tra gli opposti schieramenti politici. Ma posso e sento di dover dire grazie a quanti di voi, imprenditori, lavoratori, contribuenti sensibili al dovere civico, hanno reso possibile la ripresa dell’economia, che è tornata a crescere, e il miglioramento dei conti pubblici». (questo è da sottolineare, a dispetto delle semplicistiche critiche che provengono da chi è capace di guardare solo al proprio piccolo) «Un miglioramento, una ripresa che non sono sufficienti, che debbono andare al di là dei risultati già raggiunti – puntualizza Napolitano -. E ciò richiede ulteriori sforzi. Avendo di mira la creazione di ancora maggiori possibilità di lavoro, (ricordiamo anche il precariato, che “stanca”) soprattutto in alcune parti del paese. E guardando alla sfida dell’innovazione, della partecipazione all’Europa, della competizione globale: perché è di qui che passa lo sviluppo, e il ruolo, dell’Italia nel prossimo avvenire». In gioco c’è il futuro di tutti: «È una sfida – spiega il Capo dello Stato – che ci impegna tutti, dalle imprese allo Stato. Faccia ciascuno la sua parte, fino in fondo, con coerenza».

Annunci

Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...