Eletto il nuovo Presidente del Parlamento europeo

16 01 2007

Il Parlamento europeo ha eletto il suo nuovo Presidente, il democristiano tedesco Hans-Gert Poettering.

Gli altri candidati erano (ma solo come pro-forma): il deputato danese Jens-Peter Bonde (presidente del gruppo Indipendenza/Democrazia), la deputata italiana Monica Frassoni (co-presidente del gruppo Verde/ALE) e il deputato francese Francis Wurtz (presidente del gruppo confederale della sinistra unitaria).

Hans-Gert Poettering é stato eletto Presidente del Parlamento europeo al primo turno con la maggioranza asssoluta dei voti, 450 su 689. I risultati ottenuti dagli altri candidati: Monica Frassoni (Greens/EFA, IT): 145; Francis Wurtz (EUL/NGL, FR): 48; Jens-Peter Bonde (IND/DEM, DK): 46  

L’elezione scontata di Poettering nasce da un accordo risalente all’inizio legislatura tra i due più grandi partiti europei che, escludendo di fatto le altre forze politiche dal processo decisionale ed elettivo, hanno messo in atto un principio di alternanza che fa succedere al socialista Josep Borrell (PSE), presidente per i primi due anni e mezzo di legislatura, il popolare Poettering (PPE-DE), non apparso sempre in buon accordo con la sua collega di partito e presidente di turno dell’Ue, Angela Merkel.

Sono in corso gli interventi di omaggio al nuovo Presidente, a cui faranno seguito l’elezione dei 14 vice-presidenti e dei 6 questori. 

La seduta plenaria si è aperta con il benevenuto dell’ex Presidente Borrell ai nuovi osservatori ed eurodeputati rumeni e bulgari, nominati dai rispettivi parlamenti in attesa di elezioni. Le bandiere dei nuovi stati membri sono state esposte con le altre, per un totale di 27 stati Ue. L’arrivo dei nuovi membri, oltre ad infoltire il numero degli eurodeputati così come le lingue ufficiali dell’Ue (a quelle dei due nuovi membri si è aggiunto il gaelico irlandese e si è arrivati a 23, alcune sono ufficiali in più paesi, es. l’inglese per Malta) ha permesso la costituzione di un nuovo gruppo parlamentare di estrema destra, chiamato “Identità, Tradizione, Sovranità“, che si richiama a valori familiari, cattolici e conservatori.

Per la costituzione di un nuovo partito parlamentare, occorrono 20 membri provenienti da un quinto dei paesi membri. Di questa nuova formazione piuttosto criticata da altre formazioni politiche, fanno parte il suo leader Gollnisch, membro del “Front National” francese, esponenti di partiti di estrema destra rumeni e bulgari, il “Vlaams Belang” separatista belga e gli italiani Alessandra Mussolini (Alternativa Sociale) e Luca Romagnoli (Fiamma Tricolore). Alcuni risultavano eurodeputati “non iscritti”. (Equivalente dell’italiano “gruppo misto”)

Il Parlamento ha poi eletto i nuovi 14 vicepresidenti, di cui quattro del PPE/DE, cinque del PSE, due dell’ALDE/ADLE e uno ciascuno per UEN, Verdi/ALE e GUE/NGL. Oltre ai tre vicepresidenti italiani, ve ne sono due britannici, due francesi, due polacchi, due spagnoli, uno greco, uno portoghese e uno tedesco. Le donne sono quattro.

Essendo il numero dei candidati pari a quello dei posti da assegnare, l’Aula ha eletto per acclamazione i 14 vicepresidenti il cui ordine di precedenza è stato determinato – da una votazione successiva cui hanno partecipato 703 votanti – nel modo seguente:

Rodi KRATSA-TSAGAROPOULOU (PPE/DE, EL) con 322 voti

Alejo VIDAL-QUADRAS ROCA (PPE/DE, ES) con 300 voti

Gérard ONESTA (Verdi/ALE, FR) con 285 voti

Edward McMILLAN-SCOTT (PPE/DE, UK) con 274 voti

Mario MAURO (PPE/DE, IT) con 262 voti

Miguel MARTÍNEZ MARTÍNEZ (PSE, ES) con 260 voti

Luigi COCILOVO (ALDE/ADLE, IT) con 234

ROTHE (PSE, DE) con 217 voti

Luisa MORGANTINI (GUE/NGL, IT) con 207 voti

Pierre MOSCOVICI (PSE, FR) con 207 voti

Manuel dos SANTOS (PSE, PT) con 193 voti

Diana WALLIS (ALDE/ADLE, UK) con 192 voti

Marek SIWIEC (PSE, PL) con 180 voti

Adam BIELAN (UEN, PL) con 128 voti.

Le schede bianche o nulle sono state 7, per cui i voti validi erano 696.

Infine, il Parlamento ha eletto i nuovi questori. Tre di questi appartengono al PPE/DE; due al PSE e uno all’ALDE/ADLE. I questori sono principalmente incaricati di compiti amministrativi e finanziari concernenti direttamente i deputati.

Essendo il numero di candidati pari a quello dei posti disponibili, l’Aula ha eletto per acclamazione i sei questori, il cui ordine di precedenza è stato determinato – da una votazione successiva cui hanno partecipato 669 votanti – nel modo seguente:

James NICHOLSON (PPE/DE, UK) con 334 voti

Astrid LULLING (PPE/DE, LU) con 298 voti

Mia DE VITS (PSE, BE) con 285 voti

Ingo FRIEDRICH (PPE/DE, DE) con 280 voti

Szabolcs FAZAKAS (PSE, HU) con 267 voti

Jan MULDER (ALDE/ADLE, NL) con 265

Le schede bianche o nulle sono state 16, per cui i voti validi erano 653.   

Annunci

Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...