L’ ingerenza della chiesa

31 03 2006

Ancora una volta la chiesa cattolica ha messo in atto l’irresistibile tentazione di dire la sua in campagna elettorale. Ieri il Papa ha ricevuto la delegazione di un partito, il PPE, che comprende al suo interno alcuni partiti italiani, e mi sembra inopportuno che l’abbia fatto a pochi gg dalle elezioni perché poi, inevitabilmente, il discorso va ad inserirsi nel dibattito politico. Due ipotesi. Che la chiesa non segua l’agenda pubblica italiana, ergendosi a presenza senza condizioni nel dibattito sulla cosa pubblica, oppure che sia in malafede ed abbia accettato questo incontro cavalcando il clima elettorale e l’eco che ne suscita. Ingerenza negli affari laici dello stato.

Papa Benedetto XVI ha funto da Presidente della Repubblica, facendo un richiamo sui valori e una denuncia di alcune proposte di alcune parti politiche. Pochi gg fa altre indicazioni sul voto e soprattutto su chi non votare erano pervenute all’opinione pubblica attraverso l’intervento del suo “candidato premier” Ruini. I grandi partiti,  pur di non perdere i voti dei moderati e cattolici, si sono affannati falsamente a riconoscere e lodare la legittimità dell’ intervento del clero. Le uniche voci che hanno dimostrato rispetto al principio di laicità dello stato sono state quelle di chi non cerca voti in modo scriteriato ma coerente con le proprie idee, quelle dei leaders della Rosa nel Pugno e di Antonio di Pietro

Annunci

Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...