Irresponsabile, spregevole, indegno l’atteggiamento di Calderoli

19 02 2006

Finalmente riesco a postare nel blog qualche riga sui fatti legati a Calderoli, a ciò che ha provocato in Libia a causa della sua esibizione in tv di una t-shirt raffigurante le vignette anti-islam criticate dal mondo musulmano. Durante questo tempo forse sono in parte riuscito a farmi sbollire la rabbia, che mi avrebbe portato ad utilizzare solo termini irripetibili.

Irresponsabile la sua manifestazione d’idee irragionevoli, come ha più volte fatto in ambito nazionale; ora, ha varcato i limiti a livello internazionale. Concorso decisivo in irresponsabilità per chi, l’attuale capo di governo, lo ha nominato Ministro, Ministro delle riforme: ha riformato o più esattamente deformato l’immagine del ns paese all’estero che era già sufficientemente compromessa. Se Berlusconi deve piazzare questa gentaglia per fare un favore alla Lega…è inutile discettare sull’opportunità o meno di candidare “impresentabili”, che secondo alcuni sarebbero Ferrando, i partitini alleati della Mussolini, Luxuria, Caruso, a confronto con l’estremismo biforcuto di Calderoli.

Spregevole il gesto e le dichiarazioni successive, nelle quali dice di averlo fatto per una questione ”occidentale”, nella speranza che questo gesto serva a far deporre le armi agli insorti islamici. Uno sdegno dovrebbe essere manifestato da tutto il popolo italiano, all’unanimità, verso questo modo indegno di rappresentarci, di ricoprire una carica istituzionale, di essere ministro della Repubblica Italiana. Per lui e per quelli che lo appoggiano o dovessero sostenerlo, come l’incendiaria Fallaci, sarebbe opportuno un procedimento a giudizio per attentato all’incolumità degli italiani all’estero e all’intera ns nazione. Promotore inconsapevole (?) di terrorismo ritorsivo, ha adesso sulla coscienza 11 morti e 55 feriti; non bastano le sue dimissioni a coprirgli il viso per la vergogna. Per di più è facile rassegnare le dimissioni ora che la legislatura è finita e che difficilmente potrebbe essere confermato in caso di vittoria della Cdl; questo periodo che ci separa dalle elezioni non autorizza esponenti del governo in carica a poter dire e agire con irresponsabilità personale e la responsabilità verso la sicurezza nazionale non si assolve nel dimettersi. Questo governo rifletta sui colpi inferti all’immagine dell’Italia nel mondo.

Esprimo solidarietà alla religione offesa e vicinanza agli italiani all’estero, in particolare a quelli che lavorano presso le ambasciate, i consolati e tutte le istituzioni nei paesi di credo musulmano e non; comprendo le difficoltà di essere italiani all’estero da un po’ di tempo a questa parte.

A coloro che non condannano la bieca iniziativa di questo ex-ministro, che gli danno forza, fomentatori di contrapposizioni tra civiltà: io non sono un difensore di una o di un’altra religione e rifiuto una qualsivoglia visione etnocentrica preoccupandomi di avere rispetto e coltivando il buon senso del viver civile, ciò che spesso sta mancando in occidente.                                

Annunci

Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...